Don Alessio Geretti

Tracciare un profilo di don Alessio Geretti è cosa assai complessa. Solo l’espressione omerica “uomo dal multiforme ingegno” può compendiare e rendere giustizia alla sua carriera. Udinese di nascita, egli è, innanzitutto, uomo di fede: ordinato sacerdote nel 1998 presta servizio nelle parrocchie di Tolmezzo, Illegio, Cazzaso e Fusea.

Il suo percorso formativo, oltre alla preparazione al Seminario Arcivescovile di Castellerio (UD), è arricchito da una Licenza in Teologia dogmatica e una in Diritto Canonico alla Pontificia Università Gregoriana. Una preparazione proficuamente spesa nell’insegnamento di Teologia dogmatica presso il seminario interdiocesano e Iconografia cristiana all’istituto Superiore di Scienze Religiose di Udine. Tra i connotati più rilevanti del suo curriculum figura l’attività di curatore delle mostre d’arte che ogni anno rendono il borgo carnico di Illegio una meta prestigiosa d’arte e di cultura.

L’impresa, iniziata come un “folle volo” nel 2004, si delinea ben presto come una scommessa vincente, capace di attirare nel piccolo borgo montano di Illegio più di 250.000 visitatori alla ricerca di un’intensa esperienza spirituale oltre che artistico-culturale. A cura di don Geretti il 21 maggio 2017 prenderà avvio la mostra “Amanti, Storie di Passioni Divine ed Umane”.

© 2017, FERPI

Utilizzando il sito (scroll o navigazione interna), accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi