Il domani della comunicazione [offline] nell’epoca del turismo 2.0

di Veronica Bianco

Bruno Bertero, Direttore marketing di Promo Turismo Fvg è stato il protagonista del terzo workshop di InspiringPR “Faccio Cose Vedo Gente”, organizzato da Ferpi Triveneto a Portopiccolo il 6 maggio 2016.

Metti un pomeriggio in Friuli Venezia Giulia ospiti del Falisia Luxury Colletion Resort & Spa, nella splendida Portopiccolo, gemma incastonata e mimetizzata in uno scenario di pietra naturale e mare che si fonde con il cielo. Metti un gruppo di professionisti e appassionati di comunicazione, tra cui spicca per abilità ed energia il direttore marketing di Promo Turismo FVG Bruno Bertero. Metti un workshop elettrizzante che vuole coniugare il turismo e le nuove frontiere della comunicazione. L’intero scenario diventa molto interessante quanto invidiabile se il tutto si conclude con un aperitivo a base di spumante Sinefinis Rebolium Brut con vista sull’adriatico.

Come si può comunicare al meglio una splendida località e le emozioni che ne derivano? Come trasmettere e condividere l’ispirazione?

Nel complesso mondo della comunicazione “leggere, guardare e ascoltare” sono azioni sempre più digitali che cambiano e si rinnovano in base ai canali e ai nuovi target. Inevitabilmente queste modifiche toccano anche il modo di fare turismo. Servono stimoli rinnovati, segmentati e crossmediali che implicano un diverso utilizzo degli strumenti, sia di quelli tradizionali che di quelli più innovativi.

Al marketing mix si aggiunge non più “qualcosa” ma “qualcuno”, la cui importanza sta acquistando sempre maggior valore: gli utenti.

Al centro si pone la figura del prosumer (producer and consumer), che utilizza la tecnologia come strumento di engagement. Si parla di UGC (User Generated Content), il contenuto viene co-creato e diviene una risorsa per l’azienda nel momento in cui contribuisce alla promozione della stessa. Le interazioni avvengono in prima persona con ciò che è ritenuto vero e autentico grazie ai social media che, nell’ambito del turismo, affiancano le DMO che, al contempo, continuano a governare queste relazioni.

Il mondo dei social media è in continua evoluzione e ci si sta dirigendo verso un’iper-connessione: entro il 2020 ogni individuo sarà collegato ad almeno 10 dispositivi, i quali forniranno informazioni personalizzate agli utenti, in base alle loro caratteristiche e preferenze.

Quale futuro si sta quindi delineando? I media tradizionali non scompariranno.

I media tradizionali non scompariranno, a patto che sappiano puntare sulla qualità, sull’inclusione culturale, sulla discussione e sulla memoria collettiva utilizzando al contempo linguaggi differenti a seconda del target da raggiungere e non tralasciando l’importanza del contatto diretto e della condivisione.

Il futuro sarà fatto di informazioni vere, brevi e specifiche, provenienti da fonti autorevoli e riconosciute.

L’abilità di chi opera nel settore non starà nel semplice governo della rivoluzione digitale, ma nell’anticipazione dei nuovi trend.

© 2021 INSPIRINGPR - FERPI

Usa le opzioni di Opt-out del tuo browser se vuoi disabilitare i cookie. Utilizzando il sito (scroll o navigazione interna), accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi